giovani tromboni
In the age of Umbilicus
[questo blog rinuncia alla pubblicità]
In (lenta) lettura:

Curzio Maltese
La questua

Tom Robbins
Natura morta con picchio

Paola Rondini
Miniature

Fedor Dostoevskij
Memorie del sottosuolo

David Foster Wallace
Oblio
(momentaneamente sospeso)

Letti:

Ennio Flaiano
Le ombre bianche

Gabriele Lucci
Animazione

Roberto Moroni
Perduto per sempre

Dino Risi
I miei mostri

Antonio Dini
Emozione Apple

Francesco Piccolo
L'Italia spensierata

Cormac McCarthy
Non è un paese per vecchi

Guy Delisle
Chroniques Birmanes

Guy Delisle
Shenzhen

Stefano Andreoli, Alessandro Bonino
Sempre cara mi fu quest'ernia al colon

Amedeo Balbi
La musica del Big Bang

Sergio Donati
C'era una volta il west (e c'ero anch'io)

Jean-Claude Izzo
Vivere stanca

Mario Tobino
Biondo era e bello

Paolo Nori
Noi la farem vendetta

Jonathan Franzen
Zona disagio

David Foster Wallace
Considera l'aragosta

Breece D'J Pancake
Trilobiti

Luca Sofri
Playlist

Stefano Bartezzaghi
Non ne ho la più squallida idea

Scott Adams
Il piacere del lavoro secondo Dilbert

Alessandro Piperno
Con le peggiori intenzioni

Aldo Buzzi
Parliamo d'altro

Lester Bangs
Guida ragionevole al frastuono più atroce

Alessandro Fullin
Tuscolana. Le lezioni della dottoressa Fullin

Carlo Majello
L'arte di farsi odiare in ufficio

Giorgio Cavazzano - Tito Faraci
Il segreto del vetro

Walter Veltroni
Senza Patricio

Jonathan Lethem
Men and cartoons

Valeria Parrella
per grazia ricevuta

David Foster Wallace
Tennis, tv, trigonometria, tornado
e altre cose divertenti che non farò mai più

Woody Allen
Sesso e bugie

Corinne Maier
Buongiorno pigrizia

Craig Thompson
Carnet de voyage

Alan Moore - Dave Gibbons
Watchmen

Valeria Parrella
Mosca più balena

Bruno Munari
Da cosa nasce cosa

Commentati:

Bernard MacLaverty
La scuola di anatomia

Tim McLoughlin
Via da Brooklyn

Kurt Vonnegut
Mattatoio n. 5

Hal Foster
Design & Crime

Jonathan Lethem
Amnesia Moon

Ernesto Aloia
Chi si ricorda di Peter Szoke?

David Means
Episodi incendiari assortiti

Charles Bukowski
Spegni la luce e aspetta

Altan
Banane

Friedrich Dürrenmatt
Nel cuore del pianeta

Arkadi e Boris Strugatzki
Picnic sul ciglio della strada

Jeanette Winterson
Powerbook

Charles Bukowski
Seduto sul bordo del letto mi finisco una birra nel buio

Daniele Brolli
Chemical USA - Il viaggiatore assente

David Foster Wallace
Verso Occidente l'Impero dirige il suo corso

Amélie Nothomb
Metafisica dei tubi

A.M. Homes
La sicurezza degli oggetti

Bernard Aldebert
Gusen II

4/6/2002
J.T.Leroy a Letterature

Riverberi:

giovanitromboni@fozzdances.com

Soffitta:

settembre '09
agosto '09
luglio '09
giugno '09
maggio '09
aprile '09
marzo '09
febbraio '09
gennaio '09
dicembre '08
novembre '08
ottobre '08
settembre '08
agosto '08
luglio '08
giugno '08
maggio '08
aprile '08
marzo '08
febbraio '08
gennaio '08
dicembre '07
novembre '07
ottobre '07
settembre '07
agosto '07
luglio '07
giugno '07
maggio '07
aprile '07
marzo '07
febbraio '07
gennaio '07
dicembre '06
novembre '06
ottobre '06
settembre '06
agosto '06
luglio '06
giugno '06
maggio '06
aprile '06
marzo '06
febbraio '06
gennaio '06
dicembre '05
novembre '05
ottobre '05
settembre '05
agosto '05
luglio '05
giugno '05
maggio '05
aprile '05
marzo '05
febbraio '05
gennaio '05
dicembre '04
novembre '04
ottobre '04
settembre '04
agosto '04
luglio '04
giugno '04
maggio '04
aprile '04
marzo '04
febbraio '04
gennaio '04
dicembre '03
novembre '03
ottobre '03
settembre '03
agosto '03
luglio '03
giugno '03
maggio '03
aprile '03
marzo '03
febbraio '03
gennaio '03
dicembre '02
novembre '02
settembre '02

powered by blosxom

Valid XHTML 1.0!

giovani tromboni
giovedì 14 luglio 2005


AP2936
Milano c'è un'aria che si respira mica bene.

Milano c'è i controllori del tram che al cartellino gli hanno scritto su: "Tutor di linea".

Milano si dice che ci puoi andare in bicicletta che è pianura (a differenza di Roma che ci ha i colli, sette) e in effetti li vedi un sacco di ciclisti ma è mica vero che van tranquilli, anzi le strade son strette e con i tram che ci finisci sotto se non senti il DENDENDEN e le macchine in doppia fila che non passi e il pavimento come sampietrini ma più grossi e il traffico feroce peggio di Roma, insomma secondo me non son ciclisti ma balenghi.

Milano c'è i palazzi che non capisci mica in che quartiere sei, sempre un po' alternati vecchi moderni e mezzi moderni come una macedonia quando hai poca frutta, al centro uguale che in periferia, no come Roma che se ti portano in un posto ad occhi chiusi li apri e dici "è Montesacro" e alla peggio sbagli con Monteverde vecchio, o la Garbatella con San Saba, ma l'EUR o il Coppedé ti sbagli mica, non puoi sbagliare, forse solo se sei un balengo ciclista milanese, ecco, per dire.

Milano ci sono i tassisti con la radio su un canale tutto di musica di Orietta Berti, ma fatta ora e da altri cantanti, cioè musica di quel tipo, una via l'altra che nemmeno credevo esistesse chi fa ancora quella musica, figuriamoci la radio.

Milano ci sono i negozi di scarpe da donna, una sola vetrina o addirittura due, e io che proseguo convinto che adesso arriva la vetrina con le scarpe da uomo e invece niente, solo un negozio ce le aveva ma pitonate in due colori rosa vomito e verde vomito, che ho capito è meglio che fanno scarpe da donna e basta.

Milano ci hanno delle ragazze che si vede che son del Nord, perché sono un po' sostenute anche se non belle, con su fisso un mezzo sorriso freddo con un retrogusto amaro, che in effetti è inutile che ti dipingi e fai la strappona quando basta che ti dai un contegno cool, più finta educanda che suora, e subito sembri più figa. Conosco anche una di Roma con quel sorriso lì, però sbagliava le scarpe e risultava un po' strappona per colpa di quelle.

Milano ci vive però un sacco di gente amica e simpatica, fatta eccezione per quel cameriere scocciato del locale fighetto a pranzo, e non so mica come fanno a mantenersi simpatici con quell'aria che si respira. E' proprio vero che l'uomo è un animale meraviglioso, molto adattabile, come una cabrio che gli esce il tettino se piove.
Sentenziato da Vic | plink | commenta counting...
Obragrafica:

Il piccolo popolo che si manifesta sui bordi dei fogli durante telefonate, riunioni, attendereprego, e altre occasioni.

Tutti i commenti del mese:
GAAG
Gruppo di autoaiuto ascoltatori Genesis:

counting...
ENNIOFLAIANO:
Interreferenze:
 DE VISU
 [No news, good news]
 [YAFB]
mac[ZetaVu]
mac[alb]
mac[La cuoca mangiona]
 [Tutto questo non ha
assolutamente senso!]
[Zona Sedna]
mac[Brodo Primordiale]
mac[Camillo]
mac[Il posto di Antonio]
 [Mangialibri]
 [Too Old to Weblog]
mac[Paolo's weblog]
 [quarky]
 [Squonk]
 [WOUQ]
mac[THEPETUNIAS' b***]
 [No-Luogo]
 [Akille.net]
 [miic]
mac[eDue]
 [EmmeBi BLOG]
  
 KINDERISTI
mac[Wittgenstein]
 [GNUeconomy][Macchianera]
mac[MANTEBLOG]
 [Bambolescente]
 [Ozio affaccendato]
mac[Freddy Nietzsche]
mac[e io che mi pensavo...]
 [Stark]
 [Proesie]
 [Viscontessa]
 [coseinfila]
 [a vànvera]
mac[Discanto]
mac[Keplero]
 [leibniz]
 [Nancy]
 [Dellaplane]
 [Cesare Picco]
nbsp;[La Z di Zoro]
nbsp;[Webgol]
nbsp;[Spinoza]
mac[Phonkmeister]
  
 SCORDAVU
mac[Scene Digitali]
nbsp;[Storie dalla Sala Macchine]
nbsp;[Sai tenere un segreto?]
nbsp;[Alberto Mucignat]
nbsp;[[mini]marketing]
mac [La vita istruzioni per l'uso]
mac[la pupa c'ha sonno]
nbsp;[The Blog lies down on Broadway]
nbsp;[Canemucca]
nbsp;[Come As You Are]
nbsp;[Secondo piano | Vita in CE]
mac[NetMonitor]
nbsp;[mondo oltro]
mac[Kepler-o-rama]
nbsp;[HERZOG Lettere dal blog]
nbsp;[Garbaland]
nbsp;[Destination is lost]
nbsp;[il blog del lotto 49]
nbsp;[Comincio lunedì]
nbsp;[Cerzaade]
nbsp;[KanemuKKhA]
mac[BolsoTumblr]
nbsp;[Quinta 's weblog]
nbsp;[Nicola Mattina Blog]
nbsp;[bisbetico blog.]
nbsp;[a casa di irene]
  
 DE CAVU
 [Blog Notes]
mac[paferrobyday]
 [attentialcane]
mac[minimamoralia]
mac[TOM]
 [Verba manent (Zu)]
mac[The Yorker 2]
mac[tommasolabranca.eu]
 [personalità confusa]
 [Pensatoio]
mac[IlPaeseCheNonC'è]
 [Il bugiardino]
 [Le stanze di Gaia]
 [Shangri-La]
 [Metafluxus]
 [Massimo Morelli]
 [falso idillio]
 [il sentiero giusto]
 [Anomalia grafica]
 [L'Atene non s'apre!]
 [Fantastici quattro]
mac[One Hour Photo]
 [gattostanco]
 [simone.blogs.it]
 [jtheo]
 [fenicotteri sparsi]
mac[Fed's Bolsoblog]
  
 DIRADATI O DISMESSI
mac[ander costruksciòn]
mac[imho]
 [pfaall]
 [URL: Urban Rat Legend]
 [Blogocauda]
 [lo scopriremo solo vivendo]
 [Massaia]
 [PubblicoDiMerda]
 [gon/io]
 [Zitti al cinema]
 [.:aleinside:.]
 [risospintisenzaposa]
  
 Qua si tifa:
mac[iBaby]